LE NOVITA' NEL BLOG

no differenze
rupestre
vignetta
cubo

sabato 11 febbraio 2012

Dio e... le nostre debolezze

In questi ultimi giorni abbiamo parlato spesso in classe (soprattutto alle medie di Signa) delle nostre doti, confrontandoci con i vari personaggi biblici che abbiamo studiato: Abramo; Giacobbe; Giuseppe; Mosé e Davide. Vi ho stressato ogni volta dicendovi come fosse importante guardare al nostro presente mentre analizzavamo la storia di questi uomini. Quante volte vi ho detto: ma a noi, nel nostro piccolo, nel nostro oggi che cosa ci dicono? Che cosa ci può insegnare a noi, oggi, un Giuseppe? Il perdono, per esempio. E Mosé? una cosa che ci poteva insegnare era l'imparare a chiedere aiuto nelle situazioni di difficoltà o l'imparare ad aiutare qualcuno che stesse vivendo delle situazioni di schiavitù... 
Il rischio, però, guardando a queste grandi figure bibliche è di sentirsi piccoli piccoli, incapaci di poter "fare altrettanto" senza renderci conto che questi uomini sono stati grandi non perché perfetti ma perché dietro di loro c'era Dio.